delieto_banca

Soldi ai partiti perché in rosso, soldi alle banche perché in difficoltà, come estorsione, perché devono essere salvate, se vogliamo salvi i nostri risparmi

Perché quando si parla di politica e di banche, è obbligo che devono essere gli altri a risolvere i loro problemi? Già donare il due x mille al partito politico preferito, diventa più democratico e volontario e l’elettore fa una prima naturale selezione, di chi merita, prendersi cura dei servizi e problematiche del paese.

Dal 2017 i partiti italiani non avranno più contributi per le competizioni elettorali a cui partecipano. La legge sul finanziamento dei partiti, dal 2012 ad oggi, è stata riformata due volte e i contributi sono stati del tutto aboliti.

Chi si mostra realista è il segretario regionale Dem, Fausto Raciti: “Il due per mille è un meccanismo volontario di contribuzione. La nuova modalità implica una radicale trasformazione delle forme organizzative perché il rapporto con l’elettorato diventa anche un fatto economico e finanziario. Io mi definisco un affezionato del finanziamento pubblico anzi meglio, del rimborso elettorale che prevede una quota automatica per ogni elettore. Mi piacerebbe che si privilegiassero i partiti che eleggono e non nominano i propri organi ed incoraggiano la partecipazione giovanile sul modello tedesco dove il congresso è obbligatorio ogni due anni se vogliono ricevere i fondi”.

In tutto questo marasma non si parla mai di dover aiutare le fondazioni e tutte le associazioni benefiche( quelle vere) affermate  negli anni consolidate, con veri progetti rivolti a bambini orfani, che muoiono di fame, che necessitano di vaccino, medicine, acqua, istruzione, derrate alimentari, che da sempre vivono solo ed esclusivamente con donazioni dirette e indirette, tramite il 5Xmille dalla dichiarazione dei redditi.

Forse e la cosa mi stupisce che siano stati gli stessi politici a votare per l’abrogazione di questi finanziamenti, ma conoscendo la loro natura, mi viene da pensare che ci sia dell’altro nascosto a noi popolo italiano, come tutte le cose oscure di questi governi, abbiano studiato qualche meccanismo macchiavellico, da dove recuperare fondi, sempre a nostre spese, senza che nessuno se ne accorga. Le brutte idee, bugiarde, hanno pure loro le gambucce corte e prima o poi, quel che bravo politico, onesto( ce ne sono, ma non li fanno muovere con disinvoltura) riuscirà a scoprire la vera merdaccia che cela questo meccanismo e si griderà allo scandalo come sempre. E’ una corsa contro il tempo, che finalmente chi ruba verrà messo fuori gioco, ma non agli arresti domiciliari, ma dietro le sbarre come tutti i ladri.

Condividi: