M’imnamorai di te.

M’imnamorai di te.

Quando eri acqua,
e il mio cuore
con dedizione
dissetavi,
quando eri cibo
e la mia anima
con tenerezza
sfamavi.

Quando eri piuma
e la mia anima
soavemente
accarezzavi
quando soffiavi
sul mio cuore
il tuo amore
di calore,
ne sentivo
pieno candore.

Oggi, tu, donna mia,
riempi la vita mia,
tutto di te assaporo
il tuo corpo e
la tua passione,
han fatto di me
un uomo nuovo
e felicità sia
per me così intensa
in egual
al nostro
infinito amore.

Condividi:

Ti amo.



Ti amo, donna mia,
come il sole
ama la terra,
e con i suoi raggi
la riscalda e dà
la vita all’intera
umanità, animali,
piante e ai girasoli
da  luce e
nutrimento.

Ti amo, donna mia,
come l’acqua che ama
I suoi pesci, disseta
le nostre gole,
lava i nostri corpi
e indumenti.

Ti amo donna mia,
come è vero il Dio
e Lui esiste,
perché non
esisterebbe
l’amore che
ci ha donato
ed io impazzirei
se non ti potessi
amare.

Condividi:

Quando si ama.

Amar a cuor leggero
è grande falsità
inventata da chi
amar non sa.

Quando si ama,
è profondo sentimento,
che cuor più intenso,
ne da insegnamento
a chi amor
non ha conosciuto
perché mai innamorato,
e mai saprà
che anima vive,
dell’altrui amor,
e al suo cuore
da nutrimento
di sano sentimento.

Quando si ama
dentro ci si sente
forte turbamento,
però è piacevole
scombussolamento,
manca fiato e fame,
non preoccupatevi
questo si chiama
innamoramento.

Quando si ama
sì sente un fuoco,
dentro al cuore
che batte forte
a sentirlo scoppiare,
e ogni istante,
sembra infinito,
senza aver
l’altro cuore,
a noi vicino.

Questo è l’amore,
quando si ama,
è amore vero,
se passano anni
e per noi è sempre
emozione, come
il primo giorno,
da quando si è
detti:amore
ti amo.

Condividi:

Chi sei tu.

 

Chi sei tu,
che hai saputo
al mio cuore
con candore
parlargli d’amore.

Dove hai trovato
la giusta chiave
senza sforzo entrar
in lui, chiuso a fortezza,
per paura di nuovi dolori
e delusioni.

Chi sei tu,
da fredda cenere
e sepolti amori
hai riacceso
un fuoco insperato
a ridar a mio cuor
nuovi battiti
di vita nuova.

Chiunque tu sia,
certa è la tua luce,
che illuminato ha
l’anima mia,
risplende in tutto
il mio corpo,
e con bacio
hai soffiato
l’ossigeno che
nuovo fuoco,
in mio cuore
ha divampato.

Condividi:

Salite e discese

Salita e discesa

Ogni salita è
uguale a discesa,
ogni discesa
è la sua salita,
pensano tutti.

Non sempre è così,
ci sono salite
che mai saranno
le stesse discese,
prendi la vita,
è una sola,
però ne ha tante
di salite e discese,
a volte ripide,
altre scoscese,
con poca fatica,
ma con tanta
determinazione
le superiamo.

È ovvio che
la stessa ripida salita
di sacrifici, dolori
guai e tormenti,
di essa mai
al contrario
non faremo.

In somma ad essa,
il nostro premio
troviamo, e solo
dopo indietro,
soddisfatti
guardiamo.

Che sia amore,
sport o lavoro,
di vita, una
tuttavia, ne abbiamo,
e su essa è
bene che
tutti ci concentriamo,
per riuscire in cio’
che dall’inizio
ci prefissiamo.

Come si sale,
dalla stessa
è facile precipitare,
se dallo sconforto,
prender ci facciamo
e spugna subito
gettiamo.

Sì, perché è
l’unico modo
per percorrerla,
in discesa, per
la seconda volta,
e anche la terza,
in salita, se forza
e coraggio noi
troviamo, di rialzarsi
e riprendere da dove
avevamo lasciato.

Condividi:

Donami.

Ciò che vuoi.

Donami la luce
del tramonto, calda
come il tuo cuore,
romantica come
l’anima tua,
intenso come
Il tuo amore.

Donami, il buio
della notte, della luna
e stelle illuminata
che brillano nei miei sogni,
di te innamorarmi
e i tuoi occhi ammirare
scintillanti più
del firmamento.

Donami i raggi
del sole di un
nuovo giorno,
quello insieme a te
vivere per sempre
a seguire nei suoi
fratelli, nel tempo
Infinito.

Donami
ciò che vuoi tu,
dei tuoi occhi
la luce, del tuo amore
il calore intenso,
della tua anima
la tua dolcezza,
donami cio’
che sai
di cui ho bisogno
di te, che
sei lontano.

Condividi:

L’ Amore.

L’amore

Soffio d’energia pulita
che al cuore arriva
improvvisa, fresca,
come brezza marina.

Unica droga
da cui
disintossicare
non si può,
e d’overdose
mai morire.

Arma universale,
da tutti i mali
potente scudo,
energia infinita,
rigenera e resuscita
non brucia e non uccide,
unisce e non divide.

L’amore è follia
e solo chi segue
il cuore,
ne fa suo talento e
la sua amata
amare
intensamente.

Solo il folle
conosce il vero amore,
e sa amare,
con tutta la follia
dell’amore.

Condividi:

Autunno.

Foglie secche a terra,
come pelle secca,
cambi vestiti
anni dopo anni.

Camaleontica stagione
di un anno
che volge al termine,
e tempo più non ha,
affrettarsi deve
prima che gelido
inverno sopraggiunga.

Lavarsi veloce deve,
pulirsi di scorie,
che stagioni precedenti
insoliti rifiuti
han lasciato.

Autunno mio
che ingrato compito,
per fortuna tu
di vendemmia sei
sano portatore
di novità, ristoratore
con castagne e novello
prima che festa
grande giunga,
l’annunci festoso
con l’estate
di San Martino,
gustando biscotti
e vino,
prima dell’arrivo
di Gesù bambino.

Condividi:

Piove.

Prime gocce d’ottobre,
tante, poche, non importa,
sono ambasciatrici
del nulla e del tutto.

Non di acqua,
quelle di cui parlo,
gocce astratte
umide e nostalgiche,
momenti d’infelicita’
a tratti di gioia, forse.

Piove dentro il cuore
e in anima argillosa,
un fiume di ricordi
scivola via,
come su strada,
lasciando solo
detriti di rimorsi,
sgretolando
inesorabilmente
una arida
coscienza.

Condividi:

Presenti riflessi.

Riflessi di pensieri su
pozzanghere di ricordi,
luccichii abbaglianti,
che rischiarano
remote immagini.

Come ali di gabbiani
su creste bianche
d’azzurro mare,
stesse ali di rondini
stagliate in cielo blu,
gonfiate dal vento,
trasportate da insoliti
destini, dispersi
però dal tempo.

Ciò che rende
magico ricordare,
è il viverli come
un presente remoto,
che cancellarsi mai
potrà più.

Condividi: